La Goccia Onlus: pedagogia curativa


locandina la goccialogo gocciaNel 2010 nasce a Padova La Goccia Onlus, Associazione per la pedagogia curativa e la socioterapia antroposofica.

Essa promuove all’interno della scuola e sul territorio progetti educativi e di sostegno a favore di quei bambini che, a causa delle loro difficoltà, abbisognano di attenzioni particolari.

L’Associazione persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e non ha fini di lucro; è solo grazie ai suoi sostenitori che può portare avanti tali progetti.

La Pedagogia Curativa

Spesso non si distingue la pedagogia curativa antroposofica dalla pedagogia steineriana che è utilizzata nella nostra scuola. Dunque ci pare utile chiarire cosa sia e dove abbia avuto origine la pedagogia curativa antroposofica.

Steiner formulò un approccio all’handicap “rispettoso”, nel quale la visuale “difettologica” (cioè tale da mettere in luce ciò che la persona colpita non può fare) veniva superata a favore di un concetto che evidenziava ciò di cui la persona ha bisogno. E la necessità dei bimbi bisognosi di cure dell’anima è appunto la cura, attraverso l’osservazione amorevole, accurata ed interessata.

Compito della pedagogia terapeutica antroposofica è quello di lavorare, in una forma di intimo dialogo con la persona bisognosa di cure, alla “trasformazione” dell’handicap.

In questo senso si attribuisce un grande valore al lavoro terapeutico che pedagogo, bambino e genitori compiono insieme, tendendo a rendere terapeutico l’intero contesto di vita.

Da ciò si evince che la pedagogia curativa si avvale anche delle conoscenze della medicina antroposofica. Il pedagogo curativo dunque adotta anche la pedagogia Steiner-Waldorf poiché i bambini bisognosi di cure si dimostrano particolarmente recettivi ad essa.